Si chiama minipimer ed è un mixer ad immersione per una cucina versatile

E’ tra i robot da cucina il più utilizzato perché permette di realizzare moltissime lavorazioni: parliamo del mixer ad immersione detto anche minipimer ed è parente dello sbattitore elettrico; con la diffusione che ha raggiunto conferma la sua grande utilità permettendo di compiere operazioni che diversamente non si riuscirebbe a compiere o a farlo altrettanto bene. Attenzione però ad acquistarlo senza avere ben chiaro cosa volete e soprattutto cosa vi serve. Perciò prima di avventurarvi in un acquisto, vi suggeriamo di andare a leggere  https://miglioresbattitore.it  dove troverete tantissime indicazioni che vi aiuteranno a fare chiarezza su ciò che vi serve davvero e ad esser soddisfatti alla fine, per il vostro acquisto.

Per non sbagliare andate a controllare anzitutto, oltre agli aspetti funzionali, anche gli elementi tecnici ovvero la potenza del motore e le impostazioni di velocità anche in relazione ai materiali utilizzati.
Il motore di un minipimer può essere o a corrente continua o alternata e la differenza definisce quanto il minipimer riesce a resistere ad un lavoro continuato; se deve essere usato per tempi lunghi un motore a corrente alternata regge meglio un lavoro prolungato nel tempo. Se invece è a corrente continua, serve interrompersi e dare un po’ di pausa per raffreddare il motore che è facile a surriscaldarsi.

In quanto alla velocità,ad  un minipimer serve una velocità regolabile dal momento che ogni cibo e ogni lavorazione necessitano di un trattamento che sia idoneo. Ed per questo una caratteristica da controllare per un mixer ad immersione è la velocità o meglio i diversi livelli di potenza che il robot riesce a raggiungere. In proposito, i modelli in commercio hanno generalmente due livelli di velocità, uno più noto come “turbo” capace di portare il robot alla massima potenza sfruttando tutta l’energia e la velocità che il mixer riesce a dare. I frullatori più avanzati e quelli di tipo professionale hanno invece diversi livelli di velocità che consentono loro di rendere più graduato il lavoro selezionando con tasti o su una barra, la velocità prescelta.